Ho il cancro alla prostata come io vivo

Tekst su Move bielorussa dei prostane Mova

Salute e benessere tocco ognuno di noi in modo diverso. Questa è la storia di una persona. In esso, il personaggio di Kate Hudson viene diagnosticato un cancro e si innamora con il suo medico. Beh, quella era la mia vita durante il trattamento del cancro. Tranne che non sono morto e non era una violazione HIPAA, perché il medico in questione era solo un residente in terapia intensiva.

Come rappresentante farmaceutica per una grande azienda farmaceutica internazionale, ero già spendendo la maggior parte del mio tempo in ospedale. In realtà, i miei amici spesso prendono in giro me per quanto ho amato i medici, dicendo che avevo alla fine finiscono per sposare uno.

Le persone che lavorano nel settore sanitario tendono ad essere molto empatico, perché hanno visto tutto. Essi ti rispettano e capire quello che stai passando.

Certo, alcuni degli uomini che ho incontrato sarebbe venuto a casa mia a mangiare tutto il mio cibo e lasciare il sedile del water in su. Era un no definitivo per me. Ma altri sarebbe solo parlare con me, o camminare il mio cane con me, anche dopo un turno di notte. Quasi Ho il cancro alla prostata come io vivo turno di notte. Quello era il mio ICU medico.

Mi ha dato una nuova prospettiva sulla vita. E penso che gli ho dato una nuova prospettiva, anche. Purtroppo, la vita si complica, Ho il cancro alla prostata come io vivo per i pazienti e medici, e la favola non è andato come previsto.

Tutti noi reagiamo a curveballs della vita a modo nostro. E, come ho già notato, per me, è stato abbastanza facile. Non fraintendetemi. La vita dopo il cancro è grande. Per prima cosa, io sono vivo! Ma non è tutti gli arcobaleni e farfalle. A meno che siate già in un rapporto durante la chemio, sei solo non è pronto a rientrare nel mondo del dating dopo il trattamento.

Sono sicuro che non ero pronto. Perché passando attraverso il trattamento del cancro, ti perdi. Addio, mi sono perso! Io non sono la stessa persona che ero quando ho fatto un passo in ospedale.

Non ho Ho il cancro alla prostata come io vivo riconosco quella ragazza. Il primo anno di trattamento è tale ottovolante. Una volta che tutto finisce, si sta ancora avvolgendo la testa intorno al fatto che sono stati costretti a venire a patti con la propria mortalità. Sei quasi morto. Lei è stato fondamentalmente avvelenato. Sei anche probabilmente fare con un sacco di effetti collaterali emotivi e fisici. Non è facile a perdere i capelli, ciglia e sopracciglia, e hanno a spiegare che a qualcuno.

Un sacco di insicurezza viene con questo. Si sta andando a freak te stesso fuori, Ho il cancro alla prostata come io vivo sta andando a pensare che stai recidivante, si sta andando ad avere crolli. Questo è tutto OK. Questo è tutto normale! Andrà meglio.

Ci vorrà del tempo, ma andrà meglio. Ma è difficile spiegare questo a qualcuno che non è mai stato attraverso di essa. Non potevano farlo, giusto? Durante la remissione, a scoprire quello che si desidera la vostra vita per essere circa. Devi imparare ad essere il tuo eroe, perché nessuno sta per entrare e risparmiare. Bisogna stare in piedi sulle proprie gambe. Devi imparare come a stare da soli due piedi.

Ho i miei giorni cattivi, questo è sicuro, ma per la maggior parte, sto bene ora. Ho appena vedere la vita in modo molto diverso rispetto alla maggior parte, il che Ho il cancro alla prostata come io vivo difficile datazione.

Apprezzo il mio tempo più, apprezzo la vita di più, mi sono più valore. So quanto sia breve la vita è. So cosa vuol dire svegliarsi in una terapia intensiva e sentirsi dire che avete il cancro in ogni organo del corpo e che si sta andando a morire. So cosa vuol dire passare le mie giornate attaccato ad un palo della chemioterapia lotta per la tua vita.

Dopo il cancro, non riesco proprio a risolvere. Ho datato, ma niente di serio. Ma alla fine della giornata, questo pensiero è stato sempre nella parte posteriore della mia mente: Se dovessi ammalarmi o morire domani, questo sarebbe la persona che voglio essere con? Avrei appena stato ammazzare il tempo? Voglio che la persona che sto con per farmi sentire vivo. Voglio farli sentire vivi. Se guardo qualcuno e non mi sento di magia, o si hanno dubbi su di loro, non sento la necessità di continuare.

La vita è troppo dannatamente breve per accontentarsi di niente di meno, e penso che sia una cosa sorprendente che il cancro ci insegna. Dopo tutto, non ho quasi morire di essere bloccato in qualcosa che non è tutto per me. La vita è fatta per essere vissuta. Mi sto godendo la vita, e io non sono in alcun fretta di saltare in qualcosa di serio. Qualcosa che i sopravvissuti ci tumorali hanno sul resto del mondo è che tutti noi comprendiamo quanto breve vita è, quanto sia importante per essere felici.

Il vostro cavaliere in armatura splendente verrà, e la mia volontà, anche. I cattivi si cura, quelli bravi non pensarci due volte.

Non abbiate fretta, e non accontentarsi di un cavaliere la cui armatura splendente è fatta di carta stagnola. La vita è troppo breve per questo. Jessica Lynne Decristofaro è una fase di 4B Hodgkin sopravvissuto.

Dopo aver ricevuto la sua diagnosi, ha trovato che nessuna vera guida per le persone con il cancro esisteva.